CAPO COMINO – LUOGHI DA VISITARE SARDEGNA

Lasciando Posada prendiamo il bivio sulla sinistra per La Caletta, porticciolo turistico apprezzato soprattutto in virtù delle sue morbide dune di sabbia bianca, estese per alcuni chilometri, e proseguiamo in direzione di Orosei lasciando sulla destra la deviazione per l’abitato di Siniscola, capoluogo della Baronìa adagiato sulle pendici nord-orientali del monte Albo, ai margini di una pianura intensamente coltivata.

La strada corre lungo il mare lambendo dapprima il pittoresco villaggio di Santa Lucia e avventurandosi quindi sulle rocciose falde di Punta su Arcu, dove un cartello sulla sinistra segnala una deviazione per il ventoso faro di Capo Comino. Prima di raggiungerlo, sulla sinistra, si apre un vasto ambiente duale caratterizzato da sabbia candida e finissima sulla quale attecchiscono rari ciuffi di piante cosiddette “pioniere”, ovvero quelle che colonizzano per prime i terreni aridi consolidando la sabbia con i loro lunghi rizomi e aprendo la strada alle piante legnose.

Varrà comunque la pena di proseguire fino al faro e lasciare la macchina per raggiungere una delle spiaggia sottostanti, oppure incamminarsi lungo la strada sterrata che continua alla fine dell’asfalto, in un paesaggio naturale quanto mai aspro e selvaggio, con incantevoli scorci sul mare blu cobalto che lo bagna.

Di fronte a noi si apriranno chilometri di scogliere disabitate fino agli arenili di Cala Liberotto, che però è decisamente meglio raggiungere tornando indietro e riprendendo la statale, il cui tracciato corre per un lungo tratto all’interno della dorsale montuosa costiera, fino a giungere in prossimità delle pinete che annunciano la frequentata stazione balneare.

VEDI APPARTAMENTI VACANZE

No Comments Yet.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.