DORGALI – LUOGHI DA VISITARE SARDEGNA

Dorgali, protetta sul lato del mare dallo sperone calcareo del monte Bardia, è un centro agricolo con una spiccata vocazione artigianale che prende corpo in particolare nell’oreficeria e nella tessitura di tappeti, presentando inoltre un volto architettonico caratterizzato dalla scura roccia vulcanica delle sue abitazioni più antiche.

Sulla centrale via Lamarmora si affaccia la scuola elementare, i cui locali accolgono il Museo Archeologico, una raccolta di reperti provenienti dal territorio comunale, distribuiti su un arco di tempo che va dal III millennio a.C. fino al Medioevo, passando per l’epoca cartaginese e romana.

Il percorso museale è completato dalla visita al villaggio nuragico di Serra Orrios, situato a una decina di chilometri da Dorgali sulla strada per Nuoro, dal quale proviene buona parte dei manufatti presenti nelle sue teche: l’ampio e articolato complesso archeologico, databile tra il XII e il X secolo a.C., è costituito da una settantina di capanne con focolare al centro, immerse in un paesaggio a olivi e macchia mediterranea di particolare suggestione.

Da qui proseguiamo sulle tracce della Sardegna preistorica fino alla statale 129, dove si imbocca la bretella che la raccorda alla statale 131, per raggiungere in circa 6 km la tomba di Sa Ena ‘e Thomes (recintata ma con accesso libero), segnalata da un cartello indicatore. Scavata in un costone trachitico, la tomba è una delle meglio conservate dell’isola, con una stele alta circa 3 metri ricavata da un unico blocco di granito.

VEDI APPARTAMENTI VACANZE

No Comments Yet.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.