OROSEI – LUOGHI DA VISITARE SARDEGNA

Orosei, leggermente arretrato rispetto alla linea di costa, dal quale prende il nome il grande golfo che si apre più a sud, è uno degli ultimi lembi di costa veramente selvaggia della Sardegna, oggi divenuto parco nazionale insieme al vicino monte Gennargentu. Capoluogo storico della Baronìa, Orosei si presenta con il suo volto di cittadina di rango, testimoniato dai numerosi palazzotti di epoca rinascimentale e barocca che ne nobilitano il centro storico, fondato in epoca medioevale e ben conservatosi nel corso dei secoli.

Fulcro della visita è la centrale piazza del Popolo, sulla quale prospettano in apparente concorrenza l’uno con l’altro ben tre edifici sacri, dei quali il più importante è la parrocchiale di San Giacomo Maggiore, di sapore vagamente orientaleggiante per la candida facciata e l’insolita fioritura di cupole ricoperte da tegole in cotto; eretta nelle forme attuali tra il XVII e il XVIII secolo, conserva nell’interno barocco un battistero ligneo policromo settecentesco di pregevole fattura.

Interessante, ai margini dell’abitato, anche il santuario della Madonna del Rimedio, soprattutto per la sua particolare ambientazione all’interno di un recinto che ingloba un complesso di antiche cumbessìas, piccole abitazioni riservate ai pellegrini e ancora oggi utilizzate dalle famiglie del posto, che vi si trasferiscono in occasione delle due novene mariane a partire dal venerdì della prima settimana di settembre, come magistralmente descritto da Grazia Deledda nel più celebre dei suoi romanzi, Canne al vento (1913).

VEDI APPARTAMENTI VACANZE

No Comments Yet.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.