SAN TEODORO – LUOGHI DA VISITARE SARDEGNA

Tornando da Tavolara, in direzione sud, ci troviamo all’incrocio con la strada per il promontorio granitico di Capo Coda Cavallo, superato il quale si giunge in vista dello stagno retrodunale di San Teodoro, allungato parallelamente al litorale marino.

Malgrado la pressione venatoria cui è ancora oggi sottoposto a dispetto del suo inserimento nell’elenco delle zone speciali di conservazione dei siti di importanza comunitaria, la fitta vegetazione lungo le sue sponde accoglie una ricchissima avifauna, rappresentata in primo luogo da numerose specie di anatidi e limicoli, mentre le sue acqua basse e limacciose sono il palcoscenico dei sontuosi fenicotteri rosa, le cui aggraziate movenze costituiscono una delle maggiori attrattive dell’area.

Appena oltrepassato lo stagno un bivio sulla sinistra conduce al paese da cui prende il nome, rinomata località turistica in tumultuoso sviluppo edilizio, dalla quale si può compiere un’interessante escursione a piedi lungo la spiaggia della Cinta, esile lingua sabbiosa che costeggia lo stagno per lungo tratto – con panoramici scorci sui suoi oltre 200 ettari di superficie – impedendo al mare di appropriarsene.

VEDI APPARTAMENTI VACANZE

No Comments Yet.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.